Cerca

Cerca nel sito

Summit UE-Cina

25 Jun 2020 - l'UE fa pressing sul commercio e gli investimenti cinesi

Lunedì 22 giugno, il premier cinese Li Keqiang ha incontrato il presidente del Consiglio europeo, Charles Michel, e la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, nel quadro del summit sino-europeo. In tale occasione è stata prevista l’adozione di importanti misure economiche e dell’Agenda 2025, un piano di cooperazione in cui sono stati delineati gli obiettivi futuri del partenariato tra Bruxelles e Pechino che potrebbero essere influenzati però negativamente dal nuovo scenario delineatosi con la "nuova legge sulla sicurezza nazionale" che Pechino vorrebbe imporre ad Hong Kong.

Il 19 giugno, il Parlamento Europeo ha votato una risoluzione con la quale gli Stati membri sono invitati a considerare la possibilità di Portare la RPC di fronte al Tribunale dell’Aia se Pechino dovesse imporre la nuova legge sulla sicurezza nazionale per Hong Kong e ha invitato il blocco europeo a fare leva sull’economia per convincere il governo cinese a desistere da quello che potrebbe essere un caso di repressione dei diritti umani. A tal proposito, va considerato che l’Unione Europea (UE) è il maggior partner commerciale della RPC che, tuttavia, a sua volta, è il secondo per Bruxelles, dopo gli USA. Durante il voto, 565 parlamentari si sono espressi in favore della misura, 34 sono stati invece i contrari e 62 gli astenuti. Sebbene la risoluzione non sia vincolante, potrebbe indirizzare le politiche degli Stati membri.

 

Autore: dott.ssa Ester Lucà

Servizio Coordinamento politiche europee e relazioni internazionali

 



Siti tematici

Info

URP - Ufficio Relazioni con il Pubblico

  •  Numero Verde: 800.88.33.11
    - dal lunedì al giovedì:
      10.00-12.00 / 14.00-16.00
    - venerdì:
      10.00-12.00
  •  Chiedilo all'Urp
  •  Pec
  •  Peo
  • Apertura al pubblico martedì e giovedì solo su appuntamento da richiedere tramite:
    - form online Chiedilo all'URP
    - Numero Verde: 800.88.33.11