Cerca

Cerca nel sito

Approfondimenti

Sono considerati eccezionali i veicoli e i trasporti che nella propria configurazione superino, per specifiche esigenze funzionali, i limiti di sagoma e/o massa di cui agli artt. 61 e 62 del D.Lgs. 30 aprile 1992 n. 285 “Nuovo codice della strada” .

I veicoli eccezionali, i trasporti in condizioni di eccezionalità, i mezzi d’opera, le macchine agricole eccezionali e le macchine operatrici eccezionali, per circolare su strada, ai sensi del Codice, devono essere in possesso di specifica autorizzazione.

La Legge regionale n. 6/2012, all’art. 42, disciplina la materia dei trasporti eccezionali delegando alla Città Metropolitana di Milano e alle Province l’esercizio delle funzioni amministrative di competenza regionale per il rilascio delle autorizzazioni alla circolazione di cui al comma 6 dell’art. 10, al comma 8 dell’art. 104 e al comma 3 dell’art. 114 del d.lgs. n. 285/1992. La medesima L.R. assegna alla Giunta Regionale l’adozione di Linee Guida con finalità di indirizzo e di coordinamento della materia;

La L.R.  n. 15/2017, all’art. 18, ha modificato l’art. 42 della L.R. 6/2012 e l’art. 3 bis della L.R. 9/2001, disciplinando la pubblicazione da parte degli enti proprietari delle strade delle cartografie o gli elenchi strade di competenza percorribili dai veicoli eccezionali e dai trasporti in condizioni di eccezionalità, nonché la costituzione dell’archivio stradale regionale, ivi inclusi i dati riguardanti le strade percorribili dai veicoli eccezionali e trasporti in condizioni di eccezionalità, compresa l’indicazione della massa e della sagoma limite o altri vincoli puntuali.

La Regione Lombardia, con D.G.R. n. 6931 del 24 luglio 2017, ha approvato le "linee guida di indirizzo e coordinamento per il rilascio delle autorizzazioni alla circolazione dei veicoli eccezionali e dei trasporti in condizioni di eccezionalità".

Le “linee guida” sopra richiamate sono state condivise nel Tavolo tecnico sulla materia con la Città Metropolitana di Milano e le Province, ed hanno la finalità di  indirizzo e coordinamento per l’esercizio delle funzioni amministrative relative al rilascio delle autorizzazioni alla circolazione, sulla rete stradale regionale, dei veicoli eccezionali e dei trasporti in condizioni di eccezionalità, delle macchine agricole eccezionali e delle macchine operatrici eccezionali, nonchè per la semplificazione delle procedure e la riduzione dei tempi di rilascio, in attuazione dell’art. 42 della L.R. 4 aprile 2012 n. 6 “Disciplina del settore dei trasporti” e successive modifiche ed integrazioni, e del Codice della Strada e del D.P.R. 16 dicembre 1992 n.495 “Regolamento di esecuzione e di attuazione del nuovo codice della strada”.

Le "linee guida" disciplinano altresì  le tipologie di cartografie e le modalità di redazione degli elenchi strade da pubblicare.

La Direttiva del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti 15 giugno 2017 n. 293 richiama alcuni adempimenti previsti dalla vigente normativa di competenza degli Enti proprietari o concessionari di strade in materia di autorizzazioni alla circolazione di veicoli eccezionali e dei trasporti in condizioni di eccezionalità, in particolare per il catasto delle strade, l’istruttoria preventiva, il coordinamento tra Enti, le prescrizioni e la tutela della strada.

Nelle more della costituzione dell’Archivio Stradale Regionale ed ai fini della massima semplificazione delle procedure autorizzative, gli Enti proprietari delle strade redigono e pubblicano le cartografie (o gli elenchi di strade) che rappresentano le strade di competenza percorribili dai trasporti e veicoli in  condizioni di eccezionalità.

Le cartografie redatte saranno trasmesse a Regione Lombardia che implementarà l’Archivio Stradale Regionale redigendo le cartografie regionali per la circolazione dei veicoli e trasporti in condizioni di eccezionalità sulla base delle cartografie e delle informazioni acquisite dagli Enti proprietari delle strade.

L’autorizzazione alla circolazione rilasciata, nei limiti della rete regionale, è unica e ha valore per l’intero itinerario o area specificatamente indicati. Nell’autorizzazione devono essere specificati i percorsi e/o gli elenchi strade compatibili con il transito rilevati o dalle cartografie/elenchi strade pubblicati, ai sensi dell’art. 42 comma 6 bis della L.R. 6/2012, oppure oggetto di specifici nulla osta/pareri, aisensi dell’art. 42 comma 6 della stessa legge regionale.

Dalla data di pubblicazione della cartografia sul sito istituzionale di Città Metropolitana (ossia dal 27 dicembre 2017), la stessa sostituirà il nulla osta da parte dell’Ente autorizzante, qualora i veicoli/trasporti che si intendono autorizzare rientrino nelle fattispecie autorizzabili sulla base delle cartografie pubblicate.

Siti tematici

Info

URP - Ufficio Relazioni con il Pubblico

  •  Numero Verde: 800.88.33.11
    - dal lunedì al giovedì:
      10.00-12.00 / 14.00-16.00
    - venerdì:
      10.00-12.00
  •  Chiedilo all'Urp
  •  Pec
  •  Peo
  • Apertura al pubblico martedì e giovedì solo su appuntamento da richiedere tramite:
    - form online Chiedilo all'URP
    - Numero Verde: 800.88.33.11