Cerca

Cerca nel sito

MED ESMARTCITY

Enabling Smarter City in the MED Area through Networking

» English version
Interreg MED

Periodo: Febbraio 2018 – Luglio 2020
Programma europeo di riferimento: Interreg MED – Cooperazione territoriale europea (CTE), transnazionale

OBIETTIVO

Promuovere le capacità di innovazione nell’Area Mediterranea al fine di sviluppare una crescita sostenibile e intelligente, aumentando l’attività transnazionale dei cluster innovativi e delle reti nei settori chiavi dell’area MED.

ABSTRACT

ESMARTCITY sfrutta il potenziale dell’area MED in Green Growth, sottotema di Smart Cities, al fine di aumentare il livello di innovazione globale nell’ambito della strategia Europa 2020. Segue un approccio olistico di networking/clustering guidato da cluster innovativi già esistenti nell’area. L’idea di Smart City utilizza l’infrastruttura digitale diffusa nelle città moderne, arricchendola con dispositivi intelligenti, sistemi integrati e sensori, al fine di permettere lo l’utilizzo di servizi/applicazioni innovativi a utilizzatori finali/cittadini. Può accrescere e migliorare le capacità di innovazione delle città e aree metropolitane, trasformandole da meri oggetti di applicazione della tecnologia in ecosistemi di innovazione, producendo nuovi scenari di lavoro e di vita in un approccio bottom-up. Sia le imprese che il mondo accademico, sia i cittadini che le autorità pubbliche/urbane beneficiano come provider e consumatori di nuovi servizi/applicazioni.
Nonostante le sperimentazioni pilota esistenti, il mercato Smart City rimane orientato per lo più verso la tecnologia. La sfida è di dare centralità ai cittadini/alle autorità pubbliche attraverso il progetto ESMARTCITY. Con un approccio di networking di tutti i potenziali facilitatori e utilizzatori finali di Smart City, il progetto verifica la sua sostenibilità trasferendo raccomandazioni sul Cambio della Politica di Innovazione alle autorità locali/regionali nell’area MED.

ATTIVITÀ A MILANO

Il progetto a Milano consiste nel creare un modello innovativo dedicato all’efficientamento di edifici pubblici, basato sull'attività di ricerca condotta dal Politecnico e sull’infrastruttura di telecomunicazione innovativa sviluppata dalla Città Metropolitana di Milano (CMM).
Tale modello, attraverso la domotica, permetterà di verificare, gestire e controllare parametri ambientali (temperatura, illuminazione, umidità, etc) in almeno un edificio pubblico della città metropolitana (o in una parte di esso, come per esempio la parte storica della sede della CMM in via Vivaio 1) e all’interno di scuole. L’esperienza del Politecnico nell’analisi dei dati renderà possibile un uso efficiente dei dati raccolti al fine di ottimizzare e rendere il consumo energetico più efficiente, in una prospettiva di lungo termine. Nel caso di risultati positivi, questo modello potrebbe essere replicato in altre aree metropolitane europee. 

I Partner sono la Regione Abruzzo (Italia, capofila), il Centro Ricerca e Innovazione di Atene (Grecia), Inria (Francia), l’Agenzia dell’Energia di Granada (Spagna), l’Agenzia di Sviluppo di Sarajevo (Bosnia ed Erzegovina), Energia e Ambiente d’Arrábida (Portugal), Regione della Grecia Occidentale (Grecia), la Città Metropolitana di Milano (Italia), il Politecnico di Milano (Italia) e Capenergies (Francia).

Segui la pagina stato avanzamento Progetto